RU / EN / IT


L'ARTE PER LA PACE

Mostre Internazionali dedicate a Santa Anastasia di Sirmio



novità/eventipagina inizialeil progettomostrecatalogogalleriaarchivioinfoGuest Book

Convegno "Santa Anastasia - Donna di Pace"

Mondovì, 22 settembre 2007
Breve presentazione del 2 Convegno dedicato a Santa Anastasia di Sirmio, svoltasi a Mondovì

Il convegno è stato organizzato dal comitato italiano "Santa Anastasia" in collaborazione con il Comune di Mondovì (Assessorato alla Cultura. Biblioteca Civica) e la Diocesi di Mondovì ed è il secondo dopo quello che si svolse l'anno precedente in Croazia a Zadar (11 ottobre 2006), organizzato dall'arcidiocesi di Zadar. Il convegno, al quale hanno partecipato 19 relatori, di cui 12 fisicamente presenti, si è svolto presso la sala Ghisleri dell'Accademia Montis Regalis di Mondovì Piazza. Vi hanno partecipato relatori italiani, russi, croati, serbi, tedeschi e inglesi, sia cattolici che ortodossi, per i quali Santa Anastasia è riconosciuta quale Grande Martire della Cristianità. Gli argomenti riguardavano varie tappe del progetto "Santa Anastasia - una speranza per la Pace", la presentazione di Santa Anastasia - quale simbolo di Pace e di altre virtù cristiane, il culto della Santa in varie regioni d'Italia e altri paesi d'Europa. Non è stata una riunione di eruditi storici, che avrebbero discusso sul tema: Santa Anastasia è un personaggio reale o agiografico? Lo scopo era ben diverso e consisteva nel parlare della Santa di Sirmio, della sua devozione in varie zone d'Europa e della sua attualità nel mondo di oggi. Sicuramente i due convegni, associati alle mostre di Zadar e Mondovì, sono i primi dedicati a Santa Anastasia di Sirmio, ingiustamente dimenticata negli ultimi secoli. E' stato necessario attendere 15 anni per poter organizzali. Ne seguiranno sicuramente altri, più approfonditi e più scientifici, ma questi, in quanto primi sono stati importanti per il processo di rivalutazione storica e simbolica di Santa Anastasia - la Consolatrice degli afflitti, la Curatrice degli sofferenti, la Liberatrice dalle catene, la Luce che, irrompendo nelle tenebre del Male e dell'egoismo, li sconfigge.

Il Comune e la Diocesi di Mondovì hanno messo a disposizione i mezzi finanziari per ospitare relatori ed ospiti della mostra e del convegno, i collaboratori della Biblioteca Civica sono stati di grande aiuto nella preparazione dell'incontro e l'Associazione Monregaltour di Mondovì ha gestito la realizzazione pratica dell'ospitalità. Il prof. Renato Pastorino si è reso disponibile per rileggere tutti i testi. Infine la Provincia di Cuneo ha fornito la possibilità tecnica di poter stampare gli Atti del convegno. A loro vanno indirizzati i ringraziamenti degli organizzatori. Le illustrazioni per le varie relazioni sono tratte dall'archivio di Pierre Tchakhotine. La composizione dei materiali di testo e fotografici è stata realizzata da Alexey Sokolov, membro del comitato S.Anastasia russo a Jaroslavl.

Titoli degli interventi dei relatori

Per gli Atti del Convegno in completo vedere: pdf file, 3.7 Mb

Monsignor Luciano PACOMIO. Vescovo di Mondovì
"Una parola di introduzione" (Da una piccola chiesa campestre ad una mondialità di pace)

Monsignor Marijan OBLAK. Arcivescovo Emerito di Zadar (Croazia)
"Un saluto all'apertura della mostra e del convegno dedicati a Santa Anastasia di Sirmio"

Anatoli Soloviev e Nikolay Budarin. Cosmonauti della stazione MIR. Spedizione 23 del 1995
"Il Mondo ha bisogno di pace"

Prof. Mauro AIMASSI. Magliano Alfieri (Cuneo)
"La Cappella di Santa Anastasia e della Riconciliazione di Magliano Alfieri"

Maestro Domenico CABODI. Monastero di Lanzo (Torino)
"Santa Anastasia nelle valli di Lanzo"

Prof. Pietro CANNATA. Curatore dell'Archivio Storico della Basilica Romana di Santa Anastasia al Palatino. Roma
"La Basilica romana di Santa Anastasia al Palatino"

Matteo DA PEPPO. Studente di 4 anno alla Facoltà di Storia e Tutela dei Beni Culturali dell'Università di Padova. Laggio di Cadore (Belluno)
"Presentazione della Natività nella chiesa di Santa Margherita di Vigo di Cadore (Belluno)"

Barbara GOTTARDELLO. Sesto al Reghena (Pordenone)
"Il culto di Santa Anastasia a Sesto al Reghena (Friuli)"

Padre Josip GREGUR. SDB. Benediktbeuern (Baviera)
"Venerazione di Santa Anastasia a Benediktbeuern e in Germania"

Prof. Anatoli KRASIKOV. Direttore Centro Studi socioreligiosi. Istituto d'Europa. Acc.Sci. Russa. Mosca
"La Chiesa e il confronto tra il Bene e il Male"

Prof. Livio MARIJAN. Professore di filosofia ed etnologia, Zadar (Croazia)
"Santa Anastasia nell'Arcidiocesi di Zadar. L'origine del culto a Zadar. la Cattedrale di Santa Anastasia (Sveta Stosia) a Zadar. La celebrazione della festa e devozione alla Santa. Le chiese di Santa Anastasia a Biograd, Olib e Zadar-Puntamika"

Prof. Emilio MARIN. Ambasciatore della Repubblica di Croazia presso la Santa Sede
"Anastasia di Sirmio - una Santa particolarmente venerata a Zadar"

Prof. Renato PASTORINO. Murazzano (Cn)
"I restauri nella cappella Santa Anastasia a Sale San Giovanni in Provincia di Cuneo"

Padre Aleksandr STEPANOV. Presidente Confraternita "Santa Anastasia" a San Pietroburgo
"Seguendo le orme di Santa Anastasia" (Esperienza del servizio sociale della Confraternita ortodossa "Santa Anastasia" di San Pietroburgo)

Prof. Darko TANASKOVIC. Ambasciatore di Serbia presso la Santa Sede
"Santa Anastasia - simbolo di Pace, Amore, Umanità"

Dott. Nikolay TAVDUMADZE. Console Genetrale di Russia a Genova
"Il ruolo della parte russa nell'iniziativa «Santa Anastasia - una speranza per la Pace»"

Pierre TCHAKHOTINE. Presidente Comitato "Santa Anastasia". Murazzano (Cuneo)
"Il progetto «Santa Anastasia - una speranza per la Pace»"

Prof. Maria TOSCANO. Università di Napoli
"Il culto di Sant'Anastasia in Campania"

Igumeno Andrea WADE. Chiesa Ortodossa russa San Massimo di Torino (Patriarcato di Mosca)
"L'ufficiatura ortodossa di Santa Anastasia (22 dicembre)"

Sono intervenuti 19 relatori, di cui 7, non potendo essere fisicamente presenti al convegno, hanno mandato le loro relazioni. Sono: Mauro Aimassi, Matteo Da Peppo, Barbara Gottardello, padre Josip Gregur, prof. Pietro Cannata, prof. Emilio Marin, dott. Nikolay Tavdumadze

© Pierre Tchakhotine, testi e foto© Alexey Sokolov, creazione sito